Il Barocco Cazzaniga


Eclettismo e sperimentalismo: a partire dagli anni Quaranta del secolo scorso, attorno a questi due concetti Angelo Giorgio Cazzaniga inizia ad ideare gioielli che rappresentano la perfetta sintesi tra elementi artistici appartenenti ad epoche e culture diverse: richiami rinascimentali, inserti bizantineggianti, euforia barocca, suggestioni orientali. La complessità dei disegni e delle decorazioni e l’abbondanza di oro e pietre di colore suscitano una meravigliosa vertigine e rimandano ad un solare tributo al movimento e alla vitalità. Nasce così il Barocco Cazzaniga che propone un affascinante gioco illusionistico rivolto ad un pubblico colto e raffinato, in grado di cogliere le molteplici suggestioni che lo animano. In un tripudio di forme e colori, la fantasia si tramuta in plausibile e concreta realtà, scolpita in giochi cromatici resi dall’oro inciso, abbinato in tutte le sue varianti e illuminato da una pioggia di pietre, smalti e diamanti.


A partire dagli anni Ottanta, Paolo Cazzaniga innova lo stile del padre, Angelo Giorgio, secondo le esigenze del gusto contemporaneo: amplia la gamma di materiali impiegati e li combina in nuovi, esaltanti accostamenti; dona maggiore levità alle architetture, fino a renderle quasi evanescenti; introduce temi nuovi ed esotici,mutuandoli dalla tradizione artistica orientale. Inoltre, tramuta il gioiello in uno scrigno prezioso in cui l’autore racchiude soluzioni meccaniche ingegnose e virtuosismi tecnici tutti da svelare, e li sposa con il fascino e l’eleganza. Anelli, spille, bottiglie porta profumo, collane, orecchini, gemelli: la varietà della produzione della gioielleria Cazzaniga risulta infinita e le declinazioni del concetto di gioiello sembrano avere come unico limite quello della fantasia dell’autore. La ricerca di energia e di movimento viene risolta attraverso il ricorso all’antica tecnica dell’incisione e anima splendide realizzazioni che fondono illusione e sensualità, in un gioco sofisticato che nasce per accompagnare e lusingare le perfette proporzioni del corpo umano.